Ultime notizie

Campionati di società: show Fratellanza. Parata di risultati da Finale Scudetto

-Modena-

È stato un fine settimana intenso quello che ha visto il campo comunale di atletica leggera quale cornice dei Campionati di Società, atto I. Ben 1200 atleti gara erano attesi sotto la Ghirlandina e non sono mancati risultati di alto rilievo.

Fratellanza1874: che squadra. La formazione del presidente Ansaloni ha spolverato tutti i suoi gioielli, riuscendo a fare 16.047 punti, un risultato da Finale Oro.

Passando in rassegna i migliori risultati che proiettano la Fratellanza anche nel 2014 tra le migliori società d’Italia spiccano le 10 vittorie individuali.

TamassiaTamassia: vince 800 e 1500. La maturità acquisita e la determinazione di Riccardo Tamassia lo hanno portato a vincere entrambe le prove con autorità ed ottimi tempi. Negli 800, dopo un passaggio di 53.3 a metà gara , è il vento forte a contrastare la volata finale di Riccardo contro il suo primato personale. Alla fine solo 17/100 lo separano dal precedente primato, col tempo finale di 1:50.81. Nei 1500 invece la partenza è ancora una volta decisa, con un passaggio ai 1000 in 2:34.4. Poi sul finale Riccardo ha perso un po’ di efficienza, facendo comunque registrare un ottimo 3:49.03 davanti a Gabriele Bizzotto (Cus Parma) che lo ha tallonato anche negli 800. Il bottino di Riccardo è di ben 1830 punti portati nelle casse della Fratellanza 1874.

 

 

Grasselli1Grasselli: sigillo nel salto in alto. Ferrante Grasselli aveva l’arduo compito di confermarsi, dopo l’esordio stagionale del Trofeo Liberazione dove era balzato al record personale di 2.21. Nonostante un vento molto fastidioso, Ferrante è riuscito a compiere la sua progressione senza commettere alcun errore sino alla misura di 2.18 (1.92, 2.01, 2.09 , 2.13, 2.18). Messa poi l’asticella a 2.22, Ferrante non è riuscito a mantenere la sua rincorsa, commettendo qualche errore di troppo che gli hanno impedito di migliorare il proprio record. La misura di 2.18 ha comunque portato alla Fratellanza 972 punti, il miglior punteggio di questa due giorni.

 

 

 

LazzariniLazzarini vola nei 100 e lancia la 4×100. Welcome back Tommaso Lazzarini. Due stagioni vissute all’inseguimento di una condizione fisica accettabile, ed ogni volta ripartire da zero per vincere un ennesimo infortunio. Il 10 maggio 2014 non sarà una data facile da dimenticare per l’allievo di Mario Romano, che ha potuto finalmente gioire correndo i 100 in 10.68 e trascinando i compagni della 4×100 alla vittoria. Era dal maggio 2011 che Tommaso non correva così forte, quando due anni fa fece registrare i tempi di 10.63 e 10.66.

Il quartetto composto da Mattia Cesari, Davide Miani, Tommaso Lazzarini e Lorenzo Menegazzo è riuscito a concludere la prova in 41.48 (ben 948 punti) precedendo l’Atletica  Imola (41.82) e Virtus Emilsider Bologna (42.23).

 

 

Khalifi e FaragonaKhalifi: agilissimo tra gli ostacoli. Da quando Elamjad Khalifi ha deciso di rinunciare alla preparazione delle prove multiple, si è sempre più specializzato negli ostacoli. Il risultato è che l’atleta tunisino ha migliorato il primato personale dei 400 ostacoli correndo in 53.83, mentre nei 110 ostacoli ha corso in 14.75, ottenendo in entrambe le gare il secondo posto.

 

 

Esordio Menzani: il tendine gli concede una vittoria. Un fastidio al tendine d’Achille che da una ventina di giorni ha messo sull’attenti Kevin Menzani, ha concesso una sosta per l’esordio stagionale. Kevin ha fatto molto bene, vincendo la gara dei 400 metri con il tempo di 48.27 ( ben 906 punti).

Memorial Mario Ansaloni: vince Mitirica. La gara di salto triplo ha visto l’importante ricordo di Mario Ansaloni, saltatore della Fratellanza 1874 scomparso qualche anno fa, che gli amici e la famiglia ricordano ogni anno con una speciale premiazione. A vincere la gara è stato il portacolori della Fratellanza 1874 Alexandro Mitirica che è balzato a 15.07.

Asta: successo di Rubbiani. Matteo Rubbiani ha messo il suo nome sul primo gradino del podio, superando la misura di 4.80. Qualche invece difficoltà invece è avvenuta nel cambio di asta per tentare 5 metri e due salti a 5.10 purtroppo falliti.

Simone ColombiniLa prima di Colombini nelle siepi. Esordio convincente di Simone Colombini, il pavullese targato Fratellanza, che si è confrontato per la prima volta con la distanza dei 3000 siepi. Dopo una partenza decisa, Simone è riuscito a distribuire bene lo sforzo, concludendo con la vittoria nel tempo di 9:26.18.

Villari: suoi i 5000. Bella prova di Fabio Villari, al primo anno coi colori della Fratellanza 1874, che ha vinto la gara dei 5000 correndo in 14:49.46, dopo aver corso molto forte i primi 3km, ed aver ceduto nel finale, mentre al secondo posto è arrivato Alessandro Giacobazzi con 15:27.47.

 

 

 

DrusianiDrusiani: il peso oltre ai 15metri. È tornato oltre i 15 metri Giacomo Drusiani, dopo l’esordio poco soddisfacente del 25 Aprile. La sua gara ha visto alla prima prova ottenere la misura di 15.12, migliorata poi all’ultimo lancio con 15.14.

 

 

 

4x4004×400: argento. Medaglia d’argento per la 4×400 composta da Davide Miani, Riccardo Tamassia, Luca Calvano ed Elamjad Khalifi, che hanno corso in 3:20.93, preceduti al traguardo solo dall’Atletica Imola.

 

 

 

Serra e Zaccarelli, punti importanti. Nonostante la gara non l’abbia soddisfatto, Riccardo Serra ha ottenuto la misura di 7.06 nel salto in lungo piazzandosi al terzo posto seguito dal compagno Giorgio Setti con 6.93. Entrambi però sono usciti dalla pedana con la convinzione di valere già molto di più e di volerlo dimostrare al più presto.

Nel lancio del martello buon esordio di Pierre Luigi Zaccarelli che ha ottenuto la misura di 51.55 e la medaglia d’argento.

Passando ai salti sul podio anche Mattia Murano secondo nell’asta con 4.40, mentre nel salto in alto oltre alla vittoria di Grasselli, sono saliti sul podio anche Luca Ferretti con 2.04 e Luca Morandi con 2.01.

Cesare CozzaJuniores: Cozza, Menegazzo e Lamazzi al personale. Tra i più giovani bella prova di Cesare Cozza nei 10 km di marcia dove ha ottenuto il secondo posto con il tempo di 51:59.62, Lorenzo Menegazzo che nei 100 ha per la prima volta abbattuto il muro degli 11 secondi correndo in 10.99, mentre negli 800 bel primato di  Lorenzo Lamazzi capace di correre in 1:57.92 e di migliorarsi di oltre un secondo, mentre Alessandro Faragona ha ottenuto il 3° posto nei 110 ostacoli col tempo di 15.72.

 

 

 

 

 

About Fabio Spezzani