Ultime notizie

CdS Master, i maschi si confermano terzi in Italia. Le donne salgono al settimo posto

Lunga trasferta, ma risultati ancora in crescita rispetto allo scorso anno per i Master della Fratellanza alla Finale Nazionale dei Campionati di Società. Ad Ariano Irpino la squadra maschile si è confermata medaglia di bronzo come dodici mesi fa e la squadra femminile è salita fino al settimo posto, miglior prestazione di sempre.

Un altro bronzo per i maschi
Come lo scorso anno a Modena i maschi si confermano sul podio, terza forza assoluta in Italia. Per stilare la classifica il criterio non cambia rispetto al passato, ogni prestazione ha un punteggio parametrato in base alla fascia d’età degli atleti e per ogni prova ogni società può sommare i migliori punteggi parametrati ottenuti. Tutte vicinissime le formazioni che hanno occupato il podio, con la Fratellanza terza grazie ai 1248,5 punti conquistati che sono solamente 10,5 meno rispetto Virtus Castenedolo e 18,5 rispetto ai vincitori dell’Olimpia Amatori Rimini. Passando ai singoli risultati, Sante Galassi nei 200 ostacoli e Tarcisio Venturi nel lancio del peso si sono classificati al primo posto nella graduatoria assoluta per quanto riguarda i punteggi realizzati. Per il primo il crono è ottimo, 27.21 secondi, nonostante un forte vento contrario, per un totale di 977 punti, mentre per il secondo il lancio a 12.20 metri vale 1000 punti netti. Risultati oltre le aspettative anche per Marco Moracas, che chiude i 5000 metri in 18:06.80 per 763 punti totali ovvero il terzo migliori risultato assoluto, e per la staffetta 4×400 formata da Vasquez Jurado, Bonfiglioli, Martignani e Galassi. Per loro terzo tempo assoluto in 3:49.47 e secondo punteggio, 848 punti, alle spalle dell’imprendibile quartetto di Castenedolo. Da segnalare, infine, anche l’ottimo crono e punteggio conseguito da Andrea Portalatini. Il velocista della categoria SM45, rientrato alle gare quest’anno dopo una lunghissima inattività, ha chiuso i 100 metri in 11.77 secondi, quarto crono complessivo e sesto punteggio assoluto, un ottimo 860.

Le donne salgono al settimo posto
Dopo i grandi progressi dello scorso anno ed il tredicesimo posto finale, la squadra femminile gialloblù si è ulteriormente migliorata issandosi fino al settimo posto assoluto. Come per i maschi, la lunga trasferta ad Ariano Irpino non ha permesso di schierare un folto numero di atleti, ma i risultati sono stati comunque davvero importanti con un bottino finale di 1205 punti. La fresca vincitrice degli Europei nel salto in lungo, Sara Roberta Colombo, ha messo in fila tutta la concorrenza realizzando miglior misura, 5.25 metri e miglior punteggio ovvero un bellissimo 975. Sempre lei impegnata anche nel triplo ha chiuso con miglior salto a 10,98 metri, ma secondo punteggio assoluto ovvero 938 alle spalle della romana Rafti, SM65, capace di saltare 8.25 metri. Per la lanciatrice Valentina Montemaggiori, invece, è arrivato il primato regionale nel lancio del peso tre chili grazie alla misura di 11,76 metri che ha portato alla Fratellanza oltre mille punti. Sempre in tema di lanci e sempre nel peso ottimo 7,04 metri realizzato dalla SF70 Giuliana Gherardi, per un bottino di oltre 900 punti. Infine secondo crono e quarto punteggio assoluto per la staffetta 4×400 formata da Paola Bassano, Simona Barchetti, Monica Barchetti e Roberta Sara Colombo. 4:32.59 il tempo realizzato e 904 il bottino di punti davvero importante per la classifica finale

Le squadre
Protagonisti del grande risultato non solo gli atleti che hanno realizzato i migliori punteggi, ma tutte e due le squadre al completo. Al maschile sono scesi in pista e sulle pedane Andrea Portalatini, Francesco Di Leonardo, Jorge El Vasquez Jurado, Sante Galassi, Alessandro Manfredi, Gian Carlo Bonfiglioli, Marco Moracas, Gualtiero Marastoni, Alberto Martignani, Arrigho Ghi, Tarcisio Venturi e Luciano Mattioli. Al femminile, invece, le gare hanno visto protagoniste Roberta Sara Colombo, Giuliana Gherardi, Roberta Arienti, Monica Barchetti, Simona Barchetti, Valentina Montemaggiori, Ilaria Marchesi, Paola Bernini, Loretta Rubini, Paola Bassano e Lucia Pansardi.

About Andrea Lolli

Andrea Lolli