Ultime notizie

Italiani Allievi, svetta Soukhomazov quinta. Altri tre titoli regionali nel bottino gialloblù

Italiani Allievi e regionali assoluti hanno caratterizzato in primis il weekend di gare per gli atleti della Fratellanza che in massa si sono sfidati nei diversi impianti che ospitano le manifestazioni. Ad Ancona, come sempre, la rassegna tricolore, mentre fra Modena e Parma quelle per i titoli regionali con una puntatina anche a Padova dove nel meeting veneto si fronteggiavano anche gli specialisti emiliano romagnoli delle prove multiple.

Ancona, diversi piazzamenti per le gialloblù
Come lo scorso anno la categoria Allievi, al momento, vede la Fratellanza con pochi atleti di punta nelle gare Indoor, ma nonostante questo ai campionati italiani sono arrivate buone notizie dal settore femminile a partire da Alessia Soukhomazov quinta nei 60 ostacoli. Per lei il cammino è iniziato con un secondo posto in batteria in 9”01 e, successivamente, anche in semifinale in 8”81 che diventa il suo nuovo personale. In finale basta 8”88 per il quinto posto nella gara vinta da Sofia Pizzato che migliora il suo primato italiano di categoria in 8”23. Nei 60 piani, invece, si ferma in batteria il cammino di Chiara Cappi, quarta con 8”13 a due centesimi dal terzo posto che le sarebbe valso l’approdo alle semifinali. Per lei nel complesso un trentaduesimo posto assoluto. Negli 800 piani Emma Martignani era inserita in seconda serie conclusa al secondo posto in 2’19”63 alle spalle della bolognese Viola Morrone che l’ha preceduta in volata. Il tempo le varrà poi il nono posto assoluto in una gara che ha iniziato a preparare solo da questo inverno. Tredicesima, infine, la staffetta 4×1 giro formata proprio da questo terzetto a cui si aggiunge Vittoria Tonioni in ultima frazione. Le modenesi sono scese in pista nella quinta serie chiusa al terzo posto in 1’47”41. Passando alle pedane buon piazzamento anche per Agata Baldini nel lancio del peso dopo un inverno di ottimi risultati e di miglioramenti. L’Allieva gialloblù ha concluso la propria prova ottava con miglior lancio a 11,55 metri. In chiusura nell’asta è diciannovesima Ilaria La Martina che supera al primo tentativo le misure di 2,80 e 3 metri, ma deve chiudere la propria gara con i tre errori a quota 3,10.

Modena e Parma, titoli per Ferrari e Gavioli. A Padova festeggia Menghi
Gare interessanti fra Modena e Parma dove si sono assegnati i titoli regionali assoluti. Nell’impianto di via Piazza, ovviamente, si sono sfidati velocisti e velociste a partire dai 60 piani dove non è sceso in pista Andrei Zlatan che ha lasciato, così, la palma del miglior gialloblù al neo Master Bokar Badji, quarto nella Finale 3 in 6”99. Rispettivamente terzo e quarto nella Finale 4, invece, Riccardo Valentini e Alessandro Ori in 7”03 e 7”07. Nella gara femminile grande protagonista in casa Fratellanza è Sandra Milena Ferrari che chiude quarta assoluta ed è medaglia di bronzo regionale in 7”73 alle spalle delle azzurre Anna Bongiorni ed Eleonora Marchiando dei Carabinieri Bologna. Terza, ma fuori classifica Nicla Mosetti della Bracco Atletica che si è imposta poi nella prova ad ostacoli davanti a Desola Oki. Il titolo regionale, però, è andato alla stessa Ferrari terza assoluta in 8”58.

Parma, invece, è stata teatro delle gare mancanti con una rappresentanza ridotta per quanto riguarda la compagine modenese. Nonostante ciò, però, non è mancato l’acuto con la vittoria di Costanza Gavioli nel triplo grazie ad un terzo salto a 12,25 metri in una gara che l’ha vista trovare solo due misure buone e quattro nulli.

A Padova si è cimentato Yoro Menghi nei campionati regionali veneti che mettevano palio anche il titolo emiliano romagnolo per quanto riguarda le prove multiple. Il romagnolo di casa Fratellanza ha superato tutta la concorrenza chiudendo l’Eptathlon con il punteggio di 4779. Assieme a lui, ma nelle gare di contorno, era impegnato invece Giovanni Filippi che ha dato vita ad un ottimo 1500 metri di fatto in solitaria vista la vittoria in 3’43”16 con dieci secondi di margine sul primo inseguitore.

A Bologna, infine, Trofeo Invernale di marcia che ha visto in gara due portacolori gialloblù. Nella gara sui 10000 metri maschile il Master Samuele Calò ha chiuso in 54’03”40 alle spalle degli altri due partecipanti ovvero gli Junior Cristian Serra della Self Montanari Gruzza di Reggio Emilia e Alessio Ciccarelli dell’Atletica Cento Torri Pavia. Al femminile nei 3000 Cadette, invece, era impegnata Alessandra Cioni che ha chiuso quinta in 18’36”90.

Gare giovanili
Bis di gare giovanili come lo scorso fine settimana fra Modena e Parma oltre ai campionati regionali. Nell’impianto di via Piazza velocisti all’opera e quarto posto per Pietro Guaraldi tra i Cadetti nei 60 piani con 7”70 in batteria e 7”68 in finale. Negli ostacoli, invece, Edoardo Baffa risale dal quinto posto in batteria al terzo in finale migliorandosi dal tempo di 9”67 a 9”61. Al femminile la migliore per i colori gialloblù nella gara piana è Emma Atti, ventunesima in 8”71, mentre tra gli ostacoli non c’è concorrenza per Rita Manfredini che vince batteria e finale rispettivamente in 8”75 e 8”82. Terza l’altra portacolori di casa Fratellanza Ginevra Vacirca con 9”83 e 9”71. Tra i Ragazzi, invece, nei 60 piani è come sempre imprendibile il bolognese Diego Ficarra, ma subito alle sue spalle c’è il gialloblù Antonio Esposito secondo in 8”15 contro il 7”85 del rivale. Quinto in 8”75 anche Thomas Boja, mentre nella Finale 2 è secondo al photofinish in 9”05 Simone Malagoli e quinto Albert Amistà in 9”15. Copione simile, ma con ancora più gialloblù tra le barriere dove Esposito riduce il divario da Ficarra chiudendo in 9”11 contro gli 8”90 del vincitore. Terzo sempre per la Fratellanza è Daniel Milo in 9”56 e sesto Malagoli in 10”43.

Nelle Ragazze, invece, trionfa sui 60 piani Emma Rambaldi che dopo il secondo posto in batteria si migliora e con 8”62 batte Eleonora Iannella della Polisportiva Castelfranco Emilia che si ferma a 8”68. Quinta per i colori modenesi anche Ilaria Cuoghi in 8”95 e stesso piazzamento, ma in Finale 2, per Lucia Arcidiacone in 9”11. Negli ostacoli ancora protagonista la Rambaldi che in finale risale dal terzo al secondo posto chiudendo in 9”86, a soli sei centesimi dal primo posto. Quinta Anna Ferri in 10”26.

Si passa poi alle gare di Parma dove erano in programma salti e le distanze più lunghe. Nel lungo Cadette è terza Rita Manfredini con la misura di 5,01 metri e ottava Angelica Balboni con 4,62. Tra i Ragazzi vince i 1000 metri Daniel Milo con 3’12”11 ed un margine di otto secondi di vantaggi sui primi inseguitori, mentre Antonio Esposito si aggiudica la gara di salto in alto valicando l’asticella posta a 1,37 metri. Per quest’ultimo vittoria anche sui 150 metri in 19”82 davanti al bresciano Nicolò Conter e al compagno di squadra Thomas Boja terzo in 21”20.

About Andrea Lolli

Andrea Lolli