Ultime notizie

Giacobazzi vince la Cinque Mulini. Iori bronzo agli italiani allievi indoor

Nel weekend appena concluso, ricchissimo il calendario che ha visto gli atleti della Fratellanza 1874 impegnati sia nella corsa campestre con la 83a  Cinque Mulini, che nei palazzetti indoor con i Campionati Italiani Allievi andati in scena ad Ancona,  il meeting indoor di Padova, ed i campionati regionali cadetti che si sono svolti a Modena.

Cinque Mulini: sigillo Giacobazzi. Sembra davvero un circolo virtuoso quello che ha imbroccato Alessandro Giacobazzi, che oggi ha messo il sigillo sulla “Cinque Mulini”, uno dei più famosi cross al mondo.

Giunto alla 83a edizione, ovvero dal 1933, la corsa è stata conosciuta in tutto il mondo proprio per i passaggi attraverso i mulini, i mulini Meraviglia e Cozzi attraversati anche nell’edizione 2015.

La gara junior ha visto la vittoria di Alessandro Giacobazzi.

La gara. Il percorso,  con partenza ed arrivo nei prati antistanti il Vallo, ha visto come antagonista degli atleti il fango, davvero tanto in questa edizione. Una partenza ricca di atleti (con allievi e junior in gara assieme), ha visto una partenza non troppo veloce di Giacobazzi, che dopo il primo giro piccolo, ha ripreso la testa della corsa composta dallo svizzero Wanders, il gallese Iolo ed il marocchino Ahmed Ouhda .A metà gara lo svizzero ha incrementato l’andatura riuscendo a guadagnare diversi metri sull’atleta allenato da Mauro Bazzani, recuperati prontamente nell’ultimo chilometro dal modenese. A 400 metri dal traguardo Giacobazzi ha tentato l’attacco decisivo, riuscendo a staccare Wanders e vincere la gara in 22:21, secondo Wanders (22:24), terzo Iolo (22:25). Alessandro ha bissato il successo che aveva ottenuto nel 2012 tra gli allievi.

Il commento. Dopo Bilbao – le parole di Giacobazzi –  è la mia seconda vittoria internazionale in un cross Iaaf. In questi percorsi riesco ad esprimere la mia determinazione e grinta. Sono davvero contento perché ci tenevo a vincere qui alla Cinque Mulini anche se il fango e le pozze d’acqua erano terribili; in certi punti non sentivo i piedi dal freddo.”

Colombini quarto. Gran bella gara anche di Simone Colombini, il più attivo nel gruppo degli inseguitori. La sua condotta di gara lo ha premiato riuscendo a raggiungere il 4° posto, a meno di cento metri dal bronzo. Quattordicesimo invece Omar Stefani che ha concluso in 23:49, lui che in un percorso così fangoso fatica a sfruttare le sue qualità elastiche.

Nella gara allieve bene le mezzofondiste della Fratellanza,  ottava Anna Casolari, poi a seguire Chiara Bazzani e Alice Bertoni.

Campionati Italiani Allievi Indoor,Under 18Iori: magico bronzo agli italiani allievi. Il Banca Marche Palas di Ancona ha accolto nel weekend i campionati italiani allievi, il meglio dell’atletica giovanile italiana. Piccola ma di grande valore la spedizione modenese che contava sui velocisti Eleonora Iori e Matteo Ansaloni, ed il saltatore Luca Gobbato.

Scesa in pista nelle batterie dei 60 metri, Eleonora Iori ha facilmente superato il primo turno correndo in 7”79, per poi superare anche la semifinale corsa in 7”74.

Per l’allieva allenata da Elisabetta Salvioli, la stagione indoor era stata programmata come un puro passaggio in vista della stagione all’aperto, con i 100 metri ed i 200 metri che si addicono meglio alle qualità di Eleonora. Salita sui blocchi di partenza della finale, le speranza per una medaglia salivano, anche se la lotta era davvero molto serrata. Partita bene allo sparo, la Iori ha disteso la sua falcata riuscendo a tagliare il traguardo in 7”72, primato personale migliorato di 1/100 e medaglia di bronzo.

Campionati Italiani Allievi Indoor,Under 18Ansaloni e Gobbato: da applausi. Al suo primo campionato italiano indoor, gran bella gara di Matteo Ansaloni, quest’anno sceso a 7”10 nei 60 metri, misura che lo vedeva al settimo posto nelle graduatorie. Vinta la batteria col tempo di 7”15, in semifinale Matteo ha corso in 7”14, aggiudicandosi il pass per la finale. Nella prova che assegnava la medaglia, Ansaloni ha concluso al 6° posto con il tempo di 7”18.

 

 

Campionati Italiani Allievi Indoor,Under 18Nel salto in lungo grande performance di Luca Gobbato, che già ad inizio anno aveva dimostrato di essere pronto a saltare tanto. Nei primi due salti Gobbato non ha trovato la giusta battuta confezionando due nulli. A questo punto la speranza di Luca di proseguire la gara era quella di centrare la misura nell’ultimo tentativo disponibile. Con la terza rincorsa la battuta è buona e Gobbato atterra a 6,73 metri realizzando il suo personal best, migliorando di 20centrimetri il precedente record. Con questa misura Gobbato è entrato in finale senza poi riuscire a incrementare la misura, terminando così al settimo posto.

Matteo Rubbiani Fratellanza 2015Padova: vincono Rubbiani e Serra. Record Murano. Ad una settimana dai campionati italiani Assoluti, ultimo test di verifica per alcuni atleti della Fratellanza 1874, che al Palaindoor di Padova hanno sondato la loro condizione.

Nel salto con l’asta buona prova di Matteo Rubbiani che ha vinto la gara superando 4.80 al secondo salto, per poi sbagliare i tentativi a 5.00. Grande record invece per Mattia Murano, che dopo aver superato 4.60 al primo tentativo, ha tentato il record personale a 4.80, riuscendoci al terzo salto. Con questa misura Mattia ha ottenuto il minimo di partecipazione agli Assoluti del prossimo weekend. Da segnalare nell’asta anche Terry Abakah (3.80), Federico Monelli (3.60), Stefano D’Ambrosio (3.60), Nicola Montorsi (3.60) e Giulia Giugni con 3.20.

Serra_RiccardoRiccardo Serra ha invece vinto la gara di salto in lungo centrando la misura di 7.32, non lontano dallo stagionale di 7.38 ottenuto all’esordio a Modena. Assieme a Riccardo in pedana c’era Giorgio Setti che ha saltato 6.94, in una gara ricca di nulli.

 

 

 

About Fabio Spezzani