Ultime notizie

Santi 7° alla Unesco Cities Marathon. Giacobazzi in raduno con la nazionale. Manfredi da medaglia agli Europei Master.

Mentre l’atletica vive il momento di transizione dall’attività invernale (indoor e cross) a quella estiva, alcuni atleti della Fratellanza 1874 si sono messi in luce.

Santi, tra i big alla Unesco Cities Marathon. Quando Antonio Santi gira per le maratone d’Italia a “fare allenamento”, non c’è mai da star tranquilli. E lo sanno bene i tanti amici-avversari di Antonio, che negli anni hanno imparato a conoscere l’atleta vignolese. In preparazione alla Maratona di Padona (prossimo 21 Aprile), Antonio ha partecipato alla 1a edizione della Unesco Cities Marathon andata in programma il lunedì di Pasquetta tra Aquileia e Cividale, in una zona ricca di monumenti del Friuli-Venezia- Giulia.

La gara, valida come Campionato Italiano Assoluto e Master, è stata di alto contenuto tecnico, nonostante il forte vento contrario e la leggera salita abbiano notevolmente influito sul cronometro.
Antonio ha concluso al 7° posto in 2:30.24, secondo classificato di categoria.

“Stavo davvero bene – le parole di Santi- e le gambe giravano bene. Se solo ci fosse stato meno vento sarebbe stata una gara più veloce dal punto di vista cronometrico. Guardo con fiducia la Maratona di Padova, mi sono preparato bene, ma anche li ci vorrà quel pizzico di fortuna che non fa mai male”.

 

Giacobazzi sotto gli occhi di Baldini. A Formia nel periodo pasquale, si sono radunati tutti i migliori giovani dell’atletica italiana, chiamati da Stefano Baldini (responsabile delle squadre giovanili). Tra questi non poteva mancare il pavullese Alessandro Giacobazzi, autore di una stagione di cross molto importante, che lo ha affermato come uno dei migliori specialisti della corsa nei prati. Grande soddisfazione per il ragazzo allenato da Mauro Bazzani, che ha potuto così condividere alcuni allenamenti con i migliori giovani che l’atletica italiana offre.

 

Un bronzo per Manfredi. A San Sebastian in Spagna, dove sono andati in scena i Campionati Europei Master, Alessandro Manfredi ha portato a casa una inaspettata medaglia di bronzo, nonostante poi il verdetto finale abbia messo la staffetta 4×200 italiana al 4° posto. Sul traguardo il quartetto composto da Alessandro Manfredi e dai compagni Malvicini, Clementoni, e Romeo si trova in sesta posizione. Francia e Germania vengono però squalificate per una scorrettezza facendo salire sul terzo gradino del podio gli azzurri. A medaglie assegnate, i giudici accettano il ricorso dei tedeschi, mettendo di fatto quarta l’Italia, senza escludere la medaglia già assegnata. Tempo per l’Italia 1:43.50, preceduta da Gran Bretagna 1:39.91, Spagna 1:42.06 e Germania 1:42.57.

 

About Fabio Spezzani