Ultime notizie

Prove Multiple, Menghi sfiora il titolo tricolore. Cinque successi ai Regionali Indoor

Ha preso il via con il campionato italiano di Prove Multiple a Padova la lunga striscia di fine settimana che metteranno in palio tutti i titoli tricolore della stagione Indoor. Per la Fratellanza un colpaccio subito sfiorato grazie al nuovo arrivato in gialloblù, il classe 2002 Yoro Menghi, battuto di soli tre punti nell’Eptathlon Juniores e superato allo sprint finale dei 1000 metri, ultima gara in programma. A Modena, invece, sono andati in scena i campionati regionali Senrio, con i nostri atleti capaci di portare a casa cinque titoli.

Prove Multiple, Menghi a tre punti dal tricolore
Un sogno durato sei prove e interrotto proprio sul più bello, sulla linea d’arrivo dell’ultima gara in programma ovvero i 1000 metri. Yoro Menghi è per soli tre punti medaglia d’argento ai campionati italiani Indoor di Prove Multiple nella categoria Juniores e conferma così il risultato conquistato quando ancora non vestiva la maglia della Fratellanza nella scorsa stagione estiva, ma allora si trattava di categoria Allievi. Un bellissimo percorso quello portato avanti dall’atleta di San Giovanni in Marignano, seguito dal tecnico Emanuele Verni, che lo ha visto rimanere dall’inizio alla fine ai vertici della graduatoria. Sette le gare in programma nella due giorni di Padova a partire dai 60 metri piani dove Alessandro Arrius, nuovo campione italiano, parte subito forte piazzandosi proprio davanti a Menghi. Poi nelle gare di salto in lungo, lancio del peso e salto in alto risalgono il milanese Niccolò Contotto ed il torinese Alessandro Sion. La prima giornata termina di fatto con un quartetto in piena bagarre, con i primi due davanti e gli altri ad inseguire da vicinissimo. Gli ostacoli e il salto con l’asta ribaltano, invece, la situazione e Menghi balza in testa con nove punti di vantaggio su Arrius, ma a decidere tutto è la gara di mezzofondo che vede il gialloblù chiudere ad un secondo dal rivale, per un distacco di dodici punti ed una classifica generale che dice 5108 punti contro 5105.

Nella medesima gara protagonista anche l’altro primo anno Juniores di casa Fratellanza, Francesco Ferrari, che cresce ancora dopo l’ottimo campionato italiano disputato nella stagione estiva e chiude sesto con 4676 punti. Nel Pentathlon Allieve, invece, ottavo posto per Ludovica Di Bitonto.

Cinque titoli regionali a Modena
Assegnati i tioli regionali Indoor della categoria Senior al Campo Comunale di Modena ed in gara c’erano anche tanti Juniores e Promesse alle prese con gli ultimi test prima dei campionati italiani in programma ad Ancona nel fine settimana. Cinque le vittorie finali per la Fratellanza a partire dai 60 metri piani, dove Freider Fornasari ha superato l’agguerrita concorrenza grazie ad un tempo di 6.84 in batteria e 6.82 in finale, a qualche centesimo dal personale realizzato un paio di settimane fa. In campo femminile quarta e quinta assolute Eleonora Iori e Leonice Germini, rispettivamente con i crono di 7.64 e 7.65, ma prima e seconda in regione poiché sul podio sono giunte tutte atlete fuori classifica, provenienti da società di altre regioni.

Tornando alle gare maschili, Marco Vendrame ritocca di ben tre centesimi il personale che resisteva dal 2017 e vince con un salto a 2.10 metri la gara dell’alto. Di nuovo in pedana dopo un lunghissimo stop, invece, Kelvin Purboo che si ferma a 1.91, ma a torna ad assaggiare la competizione. Senza storia anche la gara di salto con l’asta vinta da Francesco Lama con la misura di 4.85 metri.

Passando definitivamente alla quota rosa, invece, Nicole Romani è sempre la regina nell’alto. All’atleta romagnola basta la quota di 1.72 per imporsi, ma in assoluto chiude terza alle spalle della bresciana Mihalescul e con la medesima misura della veronese Leorato che, però, ha saltato al primo tentativo. Seconda, ma quinta assoluta invece l’altra gialloblù Anna Bondi. Nell’asta terza Anna Cicognani con 3.10 metri raggiunti, mentre confeziona due medaglie d’argento Costanza Gavioli. Nel lungo la saltatrice gialloblù raggiunge la misura di 5.69, a due centimetri dalla vincitrice Sofia Zanotti, e nel triplo il suo 12.14 metri non basta a superare la trionfatrice Isofa con 12.28. Da segnalare sempre nel lungo il terzo posto e primato personale con 5.54 per la classe 2000 della Fratellanza Bianca Mantovani.

About Andrea Lolli

Andrea Lolli