Ultime notizie

Festa del Cross, Junior donne sul tetto d’Italia. Podio per la staffetta Master uomini e tanti quarti posti

La Festa del Cross 2019 ha visto salire sul gradino più alto del podio le Junior della Fratellanza trainate dalla leader Martina Cornia. Tanti i quarti posti individuali guadagnati nelle altre gare, oltre al podio della staffetta Master maschile di sabato.

La Mandria
Ad ospitare la Festa del Cross 2019 è stato il Parco Reale Venaria “La Mandria”. Il tracciato decisamente tecnico ha messo a dura prova i crossisti di tutta Italia. Molte salite e curve in contropendenza hanno caratterizzato le gare della giornata, che sono però state dense di tifo da parte del folto pubblico presente. Una bella giornata di sole che ha reso i chilometri di cross uno spettacolo per i partecipanti alle gare e per il pubblico.

Classifica combinata a squadre
La Fratellanza è riuscita a ottenere il terzo posto nella classifica combinata sia maschile che femminile ottenuta sommando i punteggi delle gare Allievi/e, Junior, Promesse e Senior. Lo scorso anno le donne gialloblu erano riuscite ad imporsi in questa speciale graduatoria.

Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Junior campionesse italiane
La delegazione gialloblu ha colpito ancora una volta riuscendo ad essere la migliore d’Italia nella categoria Junior. La gara vinta dalla campionessa europea di categoria Nadia Battocletti ha visto Martina Cornia e le avversarie partire sulla sua scia. Il percorso decisamente duro ha penalizzato le partenze veloci, ma Martina è riuscita comunque a chiudere con un ottimo quarto posto finale. Le sue compagne di gara hanno ben figurato contribuendo in maniera decisiva alla vittoria finale. Ventunesima piazza per Bernadette Pulpito, ventisettesima Chiara Tognin, cinquantesima Serena Cerfogli e cinquantottesima, nel giorno del suo diciottesimo compleanno, Chiara De Giovanni.

Junior maschili che sorpresa
Una gara sorprendente quella dei due Junior pavullesi Davide Rossi e Gabriel Gijkolaj che hanno contribuito fortemente all’ottavo piazzamento finale della Fratellanza. Rossi ha condotto una gara coraggiosa, militando fin da subito nelle prime posizioni. Dopo i primi chilometri il gruppo di testa si è frammentato in tre parti e proprio dal terzo gruppo è partita la rimonta di Rossi che è stato capace di tagliare il traguardo come quarto classificato. Alle sue spalle per buona parte degli 8 chilometri di gara ha corso il coraggioso Riccardo Brighi che non è riuscito a finalizzare al meglio la gara negli ultimi chilometri chiudendo centesimo. Ad incalzare Brighi a un giro e mezzo dalla fine è stato Gijkolaj che ha imbastito una rimonta davvero agguerrita che lo ha portato a scavalcare tantissime posizioni fino a tagliare il traguardo sessantaduesimo. Bene anche Marcello Costa 125esimo e 150esimo Emanuele Cozza.

Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Senior femminili, Cascavilla quarta
L’affollatissima gara senior ha visto Maria Chiara Cascavilla seguire alla lettera i consigli dell’allenatore Renzo Finelli. Le cose da fare erano poche e semplici: partire non troppo forte e risalire posizioni nella seconda metà di gara. Detto, fatto. La Cascavilla allo sparo dello starter ha trovato spazio nel gruppo delle trentesime, dopo il primo giro di assestamento si è inserita nelle prime posizioni tra il terzo e il quarto chilometro. Dopo un po’ di tira e molla con la Zanne dell’Esercito, la gialloblu di origini pugliesi ha sciolto gli indugi incrementando il ritmo e tagliando il traguardo al quarto posto tra le italiane e decima includendo anche le africane, chiudendo così una stagione invernale che l’ha vista tra le migliori mezzofondiste del panorama nazionale. Nelle prime trenta classificate ha trovato spazio anche Christine Santi, ex casa Fratellanza e ora portacolori del G.S. Esercito, squadra vincitrice della gara a squadre (di un solo punto) anche grazie al suo diciassettesimo posto individuale e venticinquesimo nella classifica generale in una giornata che non l’ha vista al top della sua condizione fisica. In gara per la Fratellanza anche Giada Serafini e Laura Bertoni: la prima dopo una caduta iniziale che ha coinvolto una decina di atlete è riuscita a riprendersi chiudendo 129esima, mentre 142esima si è piazzata la Bertoni. Nella classifica generale a squadre la Fratellanza ha chiuso al 22esimo posto.

Nella gara senior maschile la Fratellanza non vantava una squadra strabiliante vista l’entrata nel gruppo militare dell’Areonautica di Simone Colombini e Alessandro Giacobazzi, che hanno ben difeso i colori dell’arma. Colombini ha infatti stravolto la sua solita tattica di gara del “parto piano e risalgo” piazzandosi fin da subito nelle prime file. I dieci chilometri si sono però fatto sentire nell’ultimo giro, dove Simone ha però dovuto lasciare qualche metro agli avversari, chiudendo ventiduesimo nella classifica generale e diciassettesimo tra gli italiani. Bene anche il giovane maratoneta Alessandro Giacobazzi, trentaduesimo nella classifica generale e ventiquattresimo tra gli italiani. Per la Fratellanza bene Gianmarco Accardo, Marcello Morandi e Andrea Trenti per un 57esimo posto a squadre.

Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Cross corto senior
La novità dei 3 chilometri su prato ha visto atlete abituate a correre in impianti indoor cimentarsi in una gara dura e tecnicamente difficile. La Fratellanza non poteva non schierare Chiara Casolari, che ha condotto una prova decisa e coraggiosa portandosi anche a tirare il gruppo di testa nelle battute centrali di gara. I 3 chilometri son stati vinti dalla Zenoni, con la Casolari che ha tagliato il traguardo come sesta classificata, dopo aver però battagliato a lungo con la bresciana Elisa Cherubini.

Nella gara maschile giornata no per il torinese gialloblu Francesco Grassi, così come anche per Riccardo Tamassia, sedicesimo, quest’anno in gara con i colori della TrevisAtletica.

Allieve quarte a squadre
Francesca Badiali e Giulia Cordazzo hanno come al solito trainato le compagne di squadra verso un ottimo piazzamento finale. La Cordazzo dopo una partenza coraggiosa è stata incalzata da Francesca Badiali che ha inscenato una bella progressione conclusa con una bella volata finale che l’ha vista chiudere diciannovesima nella classifica generale. Ventitreesimo posto, invece, per la Cordazzo poi ottantesima Ludovica Severi e bene anche Matilde Romani. I buoni piazzamenti hanno contribuito ad un quarto posto finale a soli quattro punti dal podio. Negli allievi 105esimo Gianmarco Ronchetti, con la sua solita gara in rimonta, poi Alessandro Pasquinucci 122esimo e a seguire Yuri Stefani.

Cadette, Emilia Romagna quinta
Nella formazione schierata dalla nostra regione si è contraddistinta Tiziana Anobile, alle sua prima esperienza ad un Criterium nazionale di questo genere. Tiziana è stata capace di chiudere quarantacinquesima, quinta nel gruppo delle atlete emiliano romagnole.

Staffetta Master maschile sul podio
La due giorni di gare a Venaria Reale aveva già regalato una prima giornata sabato, in occasione delle staffette. La formazione Master maschile, infatti, aveva conquistato il terzo gradino del podio grazie alle prove di Marco Moracas, Maurizio Gentile, Giancarlo Bonfiglioli e Alessandro Bianchi. Seste le donne con il quartetto formato da Corradini, Rubini, Bernini e Pansardi.

Game is over
Si chiude così il programma delle campestri nazionali, ora spazio alle prime prove provinciali, con la prima che si svolgerà già il prossimo weekend. Ma ormai l’attenzione è già spostata sulle gare in pista che inizieranno alla fine di aprile.

About Laura Bertoni

Laura Bertoni