Ultime notizie

Campionato Italiano Mezza maratona: Campana d’argento

-Cremona-

Ventuno chilometri per il titolo italiano. Domenica mattina la X Maratonina di Cremona ha assegnato i titoli italiani di mezza maratona, con tre atleti della Fratellanza 1874 in gara.
Nonostante i primi tre posti siano tutti di matrice africana, con tempi attorno al 1h02:30, sono poi arrivati sul traguardo i primi italiani con la vittoria nazionale andata Francesco Bona (1h03:52).
Il primo atleta della compagine bianco-azzurra è stato Liberato Pellecchia, 14° tra gli italiani e 24° assoluto. L’atleta allenato dal prof. Gigliotti, che sta preparando la maratona di Torino, è riuscito a correre una bella gara passando ai 10km in 30”26 (media di 3’02” al km), un ritmo piuttosto forte pensando che un mese fa ai campionati italiani su strada aveva corso i 10km proprio in quel tempo. Liberato ha poi rallentato un po’ il ritmo riuscendo comunque a concludere nell’ottimo crono di 1h05’42”, (media di 3’06” al km), che lascia presagire l’ottima crescita dell’atleta campano, in previsione della maratona.

Tra gli juniores si è scatenato Matteo Campana, giovane classe ’92 allenato da Renzo Finelli. Matteo si era ben preparato per la prova di 21km, pronto a dire la sua tra la categoria under 20. E così è stato con il modenese che ha da subito impresso un buon ritmo macinando i primi 10km in 32’23 con una media di 3’13”al km, preceduto solo da Yassine Rachik, forte atleta marocchino. Nella seconda parte della corsa Campana è riuscito a mantenere il ritmo, riuscendo a staccare alcuni avversari che fin li lo avevano seguito. Sul traguardo il cronometro si ferma in 1h08:00 (con il RealTime che scende a 1h07’58”), laureando l’atleta della Fratellanza come vicecampione italiano juniores, a soli 26secondi da Rachick sulla carta il favorito.

Nel centro della corsa anche Marcello Morandi, che non è riuscito a soddisfare le sue aspettative. Partito con l’intenzione di correre attorno a 1h13’, Marcello ha dovuto calare il ritmo previsto, terminando comunque con il primato personale di 1h15’22”.

About Fabio Spezzani