Ultime notizie

Lucilla Celeghini è bronzo agli italiani di lanci. Ad Ancona i master brillano con 16 medaglie

Un weekend all’insegna di tanti appuntamenti nazionali con i campionati italiani invernali di lanci lunghi che a Rieti ha visto tre atleti della Fratellanza 1874, ad Ancona invece sono andati in pista i campionati indoor master e di lanci mentre a Modena è stato ospitato l’incontro per rappresentative regionali allievi e junior.

 

Celeghini sul podio del martello: a Rieti vince il bronzo. Una gara decisa all’ultimo lancio di gara ha permesso a Lucilla Celeghini di conquistare il terzo gradino del podio nel lancio del martello giovanile che a Rieti ha assegnato i titoli invernali 2018. Lucilla si presentava sulla pedana del “Guidobaldi” con la quarta misura stagionale e fino all’ultimo lancio la modenese si trovava in quarta piazza. Poi l’allieva di Marco Mozzi ha trovato il lancio da medaglia scagliando a 55,38 il suo martello che oltre al primato personale rappresenta anche il nuovo record sociale della Fratellanza.

Sesto posto tra le under 23 per Anita Bonetti che ha ottenuto la misura di 45,85 mentre nono posto tra gli assoluti per Lorenzo Puliserti con la misura di 55,68, rimasto fuori dai lanci di finale per i quali doveva lanciare a quasi 59 metri.

 

Ancona: i master conquistano sedici medaglie agli italiani indoor. Un bottino di sedici medaglie ha visto i master della Fratellanza 1874 essere protagonisti ai campionati italiani master con cui la formazione maschile ha conquistato il quinto posto assoluto. Ben sei atleti hanno indossato la maglia di campione italiano: Alessandro Bianchi negli 800 metri (M40) correndo in 2:02.95, Tarcisio Venturi nel peso (M65) con la misura di 11,85 e Luciano Mattioli nel disco M65 con la misura di 36,43. Inoltre doppia medaglia d’oro nell’asta grazie ad Arrigo Ghi con 2,80 nell’asta M70 e Gastone Chiarini con 2,20 nell’asta M75. Unico titolo femminile quello di Paola Bassano nel pentathlon F40 con 2855 punti.

Medaglie d’argento per Simona Barchetti con 2832 punti nel pentathlon F45, Simone De Luca nei 60 ostacoli M40 con 9.90, Ugo Coppi nel disco M60 con 40,15, Alessandro Guazzaloca nel triplo M50 con la misura di12,22, Gianluca Bertani ed il doppio argento nel peso M50 (13,15) e nel disco (39,93), infine Valentina Montemaggiori nel peso F45 con il lancio a 10.04.

Quattro le medaglie di bronzo con la staffetta 4×200 con Francesco Nicotra, Alessandro Bianchi, Simone De Luca, Francesco Di Leonardo con il tempo di 1:42.72, Alessandro Guazzaloca nel lungo M50 con 5,82, Alessandro Bianchi nei 1500 M40 con 4:19.76 e Giuliana Gherardi con 6.90 nel peso F70. Ai piedi del podio hanno concluso al quarto posto Nicola Lodi con 38,74 nel giavellotto M50, Pietro Fiacchi nei 60ostacoli M60 in 12.86, Riccardo De Luca con 1,57 nel salto in alto M35 e la 4×200 M50 con Guazzaloca, Bonfiglioli, Martignani e Barchi con 1:46.11.

 

Modena: Emilia Romagna terza. Al Palaindoor di Modena terzo posto per la rappresentativa dell’Emilia Romagna a pari punti con la Toscana e dietro la vittoria andata al Veneto. Nel team regionale importante il contributo di alcuni modenesi tra cui il secondo posto di Jeremy Caiumi che dopo aver rischiato in batteria (7.08), è riuscito in finale a riconfermarsi sotto gli otto secondi fermando il cronometro in 6.97.

Terzo posto per Alessia Conciliano che ha corso sia la batteria che la finale in 7.86 a nove centesimi dal personale.

Si è confermata anche Alessandra Morandi che dopo aver vinto in settimana lo scettro di ragazza più veloci di Modena, ha corso in 8.02 a soli due centesimi dalla finale.

About Luca Goldoni