Ultime notizie

Crescono le prestazioni e gli atleti in gara nel secondo TAC al Campo Scuola

La serata di ieri al Campo Scuola di Modena è stata un grande successo, oltre 300 atleti gara e prestazioni tecnicamente interessanti. La ripresa della stagione agonistica si sta gradualmente avvicinando alla normalità con TAC che assomigliano sempre più a gare vere e proprie. Lo dimostrano le prove disputate in corsie affiancate senza più la corsia di mezzo vuota e l’alta affluenza di partecipanti, che come da protocollo hanno affrontato le diverse prove rispettando le norme vigenti.

Iori e Pasquinucci davanti a tutti nei 100 femminili e 800 maschili
Nei 100 metri femminili vittoria in casa per la velocista Eleonora Iori che, in prima batteria, ha messo fin da subito le cose in chiaro scendendo sotto i dodici secondi, siglando il crono di 11”95. Quinta Leonice Germini in 12”45. Vittoria gialloblù anche nell’unica gara di mezzofondo della giornata, gli 800 metri in corsia. A primeggiare è stato il giovane Alessandro Pasquinucci che si è migliorato rispetto alla buona prestazione di due settimane fa a Rubiera. Il talento di casa Fratellanza è infatti riuscito a vincere gli 800 di Modena in 1’56”45, abbassando di circa mezzo secondo il crono fatto registrare proprio nell’ultima uscita in terra reggiana.

Al femminile Giulia Vettor del Cus Parma si è imposta con un ottimo crono di 2’13”89, alle sue spalle la specialista dei 400 metri portacolori della Fratellanza Elena Pradelli che è stata protagonista di una gara in solitaria, visto l’obbligo imposto nei TAC di dover rimanere in corsia. Nonostante ciò la quattrocentista è riuscita a realizzare il record personale di 2’14”73, un riscontro cronometrico decisamente buono, conquistato dimostrando un gesto tecnico sciolto. Per la Pradelli il margine di miglioramento è ampio, considerando il suo primo approccio alla distanza ed il fatto che sia rimasta da sola dopo soli 100 metri di gara. Terza Margot Basile in 2’19”97.

Cassanelli rientra in gara con una vittoria. Conferme da Campi e Gavioli
Nel salto con l’asta vittoria per la campionessa italiana Indoor 2020 del salto con l’asta, categoria Allieve, Giulia Cassanelli con la misura di 3.40 metri in una gara “economica” dove sono bastati solo due salti perfetti per aggiudicarsi il successo. La Cassanelli ha poi provato a valicare i 3.60 metri senza però riuscire nell’impresa. Terza un’altra gialloblù, Anna Cicognani, con 3.20 metri.

Vittoria anche nel salto in lungo sia al maschile che al femminile. Tra i ragazzi Samuele Campi ha realizzato il miglior salto all’ultimo tentativo con la misura di 7.19 metri. Tra le ragazze Costanza Gavioli, che a sua volta ha realizzato il miglior salto all’ultimo tentativo, si è imposta con la misura di 5.78 metri. Nel salto in alto secondo posto per Marco Vendrame che è riuscito a valicare senza errori, escluso il primo salto a 1.80, tutte le misure fino a 1.98 metri, con tre errori a 2.01 metri.

Morandi abbassa ancora il personale sui 400
Nella gara dei 400 metri femminili argento e bronzo sono stati conquistati dalle portacolori della Fratellanza con la vittoria di Laura Rami di Bologna in 56”26. Seconda piazza ed ennesimo record personale del 2020, questa volta di oltre mezzo secondo, per Alessandra Morandi in 56”48. Terza piazza per Anna Cavalieri in 57”86, quinta Lisa Martignani in 59”79.

Le altre gare
Nei 100 metri maschili sfida serrata tra Pettorossi di Bologna e Freider Fornasari che ha conquistato la seconda piazza in 10”75, un crono che vale per lui un passo avanti a livello di condizione rispetto alle precedenti uscite.

Nei 400 metri piani Lorenzo Lamazzi, specialista degli 800 metri, è stato il migliore dei gialloblù, ma non il migliore 800ista della giornata, titolo conquistato da Filippo Masini di Reggio in 49”06. La seconda batteria, non veloce come la prima, ha visto Lamazzi uscire bene dai blocchi ed affrontare una buona prima metà di gara. Il conto è stato però presentato ai 200 metri dove la stanchezza si è fatta sentire. Non avere un riferimento negli ultimi 100 metri ha portato Lamazzi a chiudere in 49”22 dopo un passaggio in 35″7 ai 300 metri. Nonostante il finale non sia stato tra i più veloci per mancanza di riferimenti, il pavullese della Fratellanza è riuscito comunque a far registrare un nuovo primato personale di 3 decimi e a conquistare la seconda piazza finale. Terzo Alessandro Ori in 49”88.

Infine nel lancio del peso seconda piazza per Liam Anderlini, con 10.68 metri, che si è cimentato anche nel lancio del giavellotto realizzando la misura di 31.77 metri.

About Laura Bertoni

Laura Bertoni